Laboratorio di Geomatica per l'ambiente e la conservazione dei beni culturali

Corso di Perfezionamento in Geomatica per la Conservazione dei Beni Culturali (Edizione 2011-2012)
Fontana di Giove, Parco Mediceo di Pratolino (Firenze, 2011)
Rupe di Pianiano (Viterbo, 2009-2010)
Ponte Vecchio (Firenze, 2011-2012)
Centro storico di San Giminiano (Siena, 2011-2012)

Sono affascinato da ciò che la mia mappa non rivela. Tutte le volte che la guardo ciò che non compare ancora entro i suoi limiti mi incuriosisce e mi attira. Sono avido di saperne di più.

(James Cowan, A mapmakers dream, 1996)

La geodesia, la topografia, la cartografia, la fotogrammetria, il telerilevamento, i sistemi di posizionamento satellitare, la scansione 3d ma anche i sistemi informativi territoriali e quelli di supporto alle decisioni, i webgis e l’informatica, in una sola parola, la geomatica si dispiega tra i due poli su cui si incardina l’intera attività dell’universo cartografico: il rilievo e la rappresentazione.

Con Geomatica & Conservazione si intende perimetrare un particolare ambito applicativo della geomatica: quello dei Beni Culturali e del Paesaggio, in vista della loro Conservazione. La trasposizione all’indagine sui Beni Culturali di tecniche e strumenti nati per il rilievo cartografico richiede continue valutazioni e adattamenti per sviluppare proficue sinergie multidisciplinari.

È in questo senso che scienza e tecnologia trasformano la nostra percezione e allargano i confini della nostra conoscenza, è in questo senso che la geomatica deve cogliere la sfida di affinare le tecniche di acquisizione, gestione e rappresentazione per offrire un reale supporto alla documentazione e alla tutela e per contribuire alla crescita di una più diffusa sensibilità al destino del nostro fragile patrimonio culturale.

Benvenuti!